una città in festa

fonte: D-Blog

Da consigliare, già, da consigliare ad amici e parenti. Tre giorni nei quali un intera collettività si metterà in mostra. L’abito buono delle grandi occasioni, per una festa, voluta ed attesa da tutti. Il mio personale approccio a questa prima edizione di
NATIASUD BUSCEMIfestival è ricco di adrenalina. Vorrei poter già essere sul palco. Vorrei poter salutare e ringraziare tutti. Per una semplice ragione. Le cose belle, si custodiscono sempre dentro…

buscemi paese museo 23.24.25 agosto natiasud buscemi festival

Il piccolo borgo lo è sempre stato, museo.
Sembra quasi che a pochi passi da Siracusa, il tempo si sia fermato.
Un pegno doveroso a ciò che siamo stati, un rispettoso omaggio a quello che eravamo.
Buscemi, il suo museo sono una traccia, nitida, chiara, di una cultura, quella siciliana, che si respira fieramente in ogni angolo.
Scoprire e riappropriarsi delle bellezze che caratterizzano le nove unita museali, è un dovere.
Dimenticare sarebbe deleterio.

anteprima natiasud buscemi festival prima edizione 23.24.25 agosto 2013

La carovana di natiasud si sposta a Buscemi (SR) uno dei tanti tesori della nostra isola.
GRANDE FESTA
organizzata in collaborazione con l’amministrazione comunale e tutta la collettivita’.

tanti i momenti da condividere
LA GALLERIA DEL MASTRO ARTIGIANO
PROGETTO VISIONE
SPAZIOCORT8
I PERCORSI DEL GUSTO

CONCERTI
23 agosto
African Nguewel Grope
Amici di Pina
Famiglia del Sud
Giacomo Schembari
Pippo Barrile
dj set
Antonello Leonardi Stonemama
24 agosto
Banda del Barrio
Caruana Mundi
Denbayà
Flamencolè
25 agosto
FESTA DELLA MADONNA DEL BOSCO
Ciauda
Mario Venuti
Presenta Denis D’Ignoti

il martedì con natiasud banchina#19 live tanti ospiti. 09 luglio h.21:00

natiasud banchina#19live 02luglio
Ritorna, come ogni martedì h.21:00, l’appuntamento con natiasud banchina#19 live, stasera per voi:
PRESENTA DENIS D’IGNOTI
– VIRGINIA CRISTALDI QUARTET
SPAZIOCORTO:
GIANCARLO BELLO
In attesa della serata, ecco alcuni momenti di martedì 02 luglio.

Ciauda Live 31 Maggio Anteprima Unnè3

fonte: Ciauda

Ogni viaggiatore sa custodire le emozioni che ogni viaggio riserva.
Le tiene con se, alimentandole con il desiderio di nuovi.
Questo è il viaggio di un gruppo di persone, di una band, i Ciauda.
Negli anni hanno custodito le emozioni presenti in Unnè 1 e Unnè 2,
hanno alimentato ed arricchito il loro repertorio con suoni e colori nuovi.
Adesso sono pronti ad iniziare un nuovo viaggio che anticipa l’uscita del cd che
chiuderà la trilogia di Unnè (nel 2013).
Trait d’union, tra quello che è stato e ciò che sarà, è un Ep.
Quattro canzoni, diverse ed al tempo stesso uniche per genere ritmiche ed influenze.
L’itinerario è chiaro, la strada è tracciata, siamo già in viaggio…

Presentazione dell’EP venerdì 31 a Ciacc Torre del Pino h.22:00

no muos no war

Fonte: D-BLOG di Denis D’ignoti

5 giugno 1989 un giovane blocca il passaggio dei carri armati.
Questa foto di Jeff Widener ha fatto il giro del mondo.
E’ divenuta un simbolo, un icona della protesta pacifica.
Attreverso uno scatto, un immagine, il mondo ha scoperto gli orrori consumati in Cina.
I mass media hanno iniziato con colpevole ritardo ad informare dei giovani studenti di piazza Tienanmen.
Ancor oggi, non è possibile stabilire con certezza il numero delle vittime.
L’immagine, oggi come ieri, è un pugno allo stomaco.
Scuote profondamente le pigri coscenze.
Ventiquattro anni dopo, uno scatto, una foto ha destato in me sentimenti molto simili a quelli provati nel 1989.
Non ci sono feriti o morti.
Non ci sono carri armati.
Non siamo in Cina ma nell’entroterra siciliano, nelle campagne di un isola.
Niscemi, contrada Ulmo, riserva di Sugherata.
Un uomo sdraiato a terra suonando il flauto ferma le auto della polizia, che scortano gli operai che costruiscono il MUOS.
Pacificamente.
Con un gesto semplice si possono fermare le volontà.
Fermarle per tutelare la vita, per rinunciare alla guerra, per difendere un patrimonio.
Chi sostiene ed alimenta la costruzione del Muos, usa lo stesso principio della dittatura che ha ucciso in Cina centinaia di giovani. Nell’assoluto silenzio.
Svegliamo le coscienze, No Muos No War

archinuè per natiasud 25 aprile arteINliberazione

cartolina archinue-01

La band ha raccolto dalla sua nascita ad oggi, consensi degli addetti ai lavori e l’affetto di un pubblico non indifferente abituato all’ascolto delle parole oltre che della buona musica. Archinué vanta, oltre che della sempre presente figura dell’eclettico cantante Francesco Sciacca che è anche autore e compositore storico di brani come “ lo sfratto di Tarzan” , “Radiofonico” e della stessa “La Marcia dei Santi” premio della critica e premio radio TV alla 52° ed. del festival di Sanremo, anche collaborazioni con musicisti ed artisti bravi e conosciuti anche a livello nazionale. La band sta preparando il nuovo disco che sarà firmato anche da nuovi musicisti, Marco Santonocito batteria, percussioni e cori, Daniele Bellomia al basso elettrico, Peppe Roccella Fisarmonica, piano elettrico e tastiere, musicisti che vedremo e  impareremo a conoscere presto sul palco ad accompagnare, oltre che brani storici che hanno portato il nome Archinué alla ribalta  nazionale, anche brani nuovi che sapranno fare ballare, pensare ed emozionare come è solito fare Archinué.
Gli Archinuè in occasione del 25 aprile arteINliberazione si esibiranno sul palco per far conoscere al pubblico di Nati a sud e Agorà i loro brani .

arteINliberazione