linkedin

vimeo

facebook

facebook

facebook

Nati a Sud live, un’estemporanea di artisti per Greta Thumberg

ULTIME NATE A SUD

No Comments


Share this post

29 marzo 2019, una data che i catanesi ricorderanno con gioia per molto tempo. Anche questa volta, gli artisti Nati a Sud sono riusciti a portare allegria, musica, arte e poesia nel cuore della gente accorsa impaziente ad assistere, cosciente che non avrebbe partecipato al solito spettacolo musicale ma che ci sarebbe stato altro, molto altro, all’interno (e all’esterno) del Vladivostok, un locale chiave dell’identità culturale della città di Catania.

cazumba

Accompagnati per tutta la serata, dalla maestria organizzatrice di Riccardo Gangemi, siamo stati guidati per mano all’interno di un universo magico, che non poteva aprire le sue porte se non con il duo Angel&Elvir, che con il loro benvenuto dai toni mistici ci hanno fatto ben intendere che da quel momento in avanti ci saremmo avventurati in un mondo che nulla ha a che fare con tutto ciò che siamo abituati a conoscere, ipnotizzando l’intera sala e catturando la nostra intera attenzione: se l’inizio è questo, voglio vedere cosa viene dopo!

Infatti, ciò che ha seguito l’incantesimo iniziale non ha per nulla disatteso le aspettative dei presenti: i Torkio, con la loro esplosiva carica musicale dai toni folk misti a un rock sperimentale, hanno dato la scossa iniziale alle anche semoventi degli spettatori; e per dimostrare che Nati a Sud non è soltanto musica ma è molto, molto altro: Avalon Joe Illuminato ha aperto i nostri occhi e le nostre menti con la lettura di una delle sue poesie sempre attese, ormai momento fisso e atteso con trepidazione durante le serate, in linea con il tema dell’evento, mai messo in ombra: nostra Madre Terra e Greta Thunberg, paladina dei giorni nostri che combatte contro l’inquinamento e per il futuro della sua generazione, con la speranza che quelle precedenti migliorino le proprie condizioni di vita.

L’incantesimo ha fortificato il suo effetto con le dolci note e la calda voce di Simone Lo Porto, che con i suoi toni multiculturali che viaggiano dal Brasile al Nord Africa fino ad arrivare qui in Sicilia, ha fatto sognare tutte le personalità e nazionalità presenti. Ma era possibile dare un contributo al nostro amatissimo pianeta lasciando in ombra il contributo visivo di spessore regalatoci da Antonio Signorello e Luca Gentile? Ovviamente no! I due bravissimi e carismatici pittori hanno realizzato dei stupendi capolavori utilizzando esclusivamente materiale di riciclo, aggiungendo ad esso la loro inestimabile bravura, per poi sbalordirci tutti, una volta portate a termine tali opere e con l’indispensabile aiuto di Oumi Mbaye e le sue percussioni che hanno scandito il tempo in maniera magistrale, con un gesto inaspettato: la distruzione delle loro creazioni con l’aggiunta di ulteriore materiale, atto di forza di un’umanità che sta rovinando sé stessa. Inutile dire che lo spettacolo da loro donatoci ha creato un forte impatto all’interno delle nostre menti. Per chi volesse vedere tali capolavori, essi ancora risiedono all’interno del Vladivostok, e aspettano di essere venduti a chi è sensibile alla causa e arde dal desiderio di possedere un oggetto carico di così tanto simbolismo e potenza creativa.

E a dimostrazione, ancora una volta, che l’impegno sociale di Nati a sud non può e non dev’essere vano, Teresa Micarelli con il suo stile espressivo unico, coinvolgente e inconfondibile, ci ha stretto ancora di più alla nostra piccola eroina svedese, riportando le sue parole pronunciate in occasione del COP 24 in materia ambientale, risvegliando le coscienze dei presenti, e con la chiamata a un impegno che guarda al futuro, verso le nuove generazioni; una chiamata che ci stringe e ci scuote, ricordandoci che dopo di noi ci saranno loro, per cui non possiamo far finta di non vedere!

La seconda uscita del duo comico Angel&Elvir, con il loro sketch in lingua siciliana, ha dato l’impressione che tutto quello a cui eravamo testimoni non fosse impossibile: l’amore è una cosa meravigliosa e a tratti complicata, ma se lo si guarda dall’occhio disilluso di due grandi donne come loro, appare tutto molto più semplice da affrontare! Gli Archinué hanno dato l’avvio alla seconda parte della serata dall’impronta musicale, trasportandoci, quasi come sotto effetto di un incantesimo, all’interno di un mondo fatto di musica pazza e allegria, con una carica di energia che solo loro sono in grado di offrire e sprigionare con le loro note esotiche e frizzanti.

Ture Most, una novità nel mondo Nati a Sud, ha cambiato aspetto alla serata: un rap duro, sentito, impegnato e riflessivo, ha catturato le nostre anime e dato una scossa alle nostre coscienze, lasciandosi apprezzare anche da chi non è amante del genere. La terza e ultima (ma non ultima, come si sente dire nelle presentazioni più celebri) parte della serata ha visto l’esibizione dei Ciauda, gruppo fondatore di Nati a Sud, anche se ripetono sempre che è preferibile non sottolinearlo, ma in fondo la contingenza di tali potenze artistiche non sarebbe stata possibile senza di loro, quindi GRAZIE, ancora una volta; come al solito, portatori di entusiasmo e danze sfrenate con i loro ritmi etnici che passeggiano per i territori del Mediterraneo, ricordandoci ad ogni passo di danza che siamo tutti fratelli sotto lo stesso cielo.

Ha chiuso la serata in bellezza, la magia di Cazumba e di tutti gli amici Nati a Sud, tra cui Salvo Varrasi, che lo hanno accompagnato in una piccola pillola di Jam session indimenticabile. La sua allegria etnico/brasiliana ha una potenza solamente equiparabile alla Natura, da cui tutti, grandi e bambini, vengono travolti e trascinati in un ballo che amalgama tutte le forze in una sola: la musica.

Per concludere, questa è stata una serata in cui la sottoscritta ha percepito davvero la potenza dissacrante delle arti, che tutto uniscono e conciliano. Il movimento Nati a Sud è anche questo, oltre a tutto il resto: unione, forza e divertimento puro; e a tutti gli artisti che hanno partecipato all’evento, compresi i nostri ospiti del locale Vladivostok, rivolgo un sentito GRAZIE-THANK YOU-SHUKRAM-MERCI e chi più ne ha più ne metta, perché con il loro intervento hanno fatto in modo di portare avanti un progetto di solidarietà, che poco si vede ai nostri giorni. A presto!

Federica Duello

Foto e video di Jo Vittorio

TES MICARELLI

tes micarelli

AVALON

avalon

 

ARCHINUE’archinue

 

CIAUDAciauda

ANTONIO SIGNORELLO E LUCA GENTILEpittori

TORKIOtorkio

ANGEL&ELVIRangelelvir

TURE MOSTture most

0 Responses to this post

Add your comment

Protected by WP Anti Spam